A chi non piacciono i gelati?


IL GELATO AL PISTACCHIO

Gelati, gelati… il fresco  piacere delle giornate calde. Gelati alla crema, frutta, al cioccolato… a chi di noi non piacciono?  D’estate godiamo la varietà dei sapori e le gelaterie ci sorprendono sempre di più con i gusti più stravaganti.
E se… se una volta ci proviamo farli da soli? 
Io sono stata costretta dalla mia pasticceria preferita che ogni anno chiudeva per la stagione invernale.

Un simpaticissimo vecchietto col quale stavo lavorando in questo periodo era un goloso ammiratore del gelato al pistacchio. Quando arrivava l’inverno e le nostre scorte erano finite da un pezzo, spesso ripeteva con la voce nostalgica: avrei voglia del gelato… non ti rimasto niente? A proposito di questo mi venuta l’idea di tentare a farlo da sola. E perché no!
Ho iniziato a cercare nel internet una ricetta perfetta e processo di lavoro, passo dopo passo. Come immaginate gli articoli sono tanti, a me hanno ispirato due, non molto complicati. Il giorno dopo sono andata al negozio per completare tutti gli ingredienti che avevo bisogno e con entusiasmo ho cominciato lavorare. Ancora una volta ho analizzato  entrambe le ricette, dopo un piccolo ritocco ho deciso di usare una semplice e veloce senza utilizzo di tuorli d’uovo. Quando facciamo i gelati oltre il gusto molto importane è la tecnica di produzione. Soprattutto se non abbiamo a disposizione una macchina per fare gelato.

Mi ricordo che tanti anni fa,  una volta ho provato a farli. Purtroppo il tentativo finì in un fiasco. Il gusto era impeccabile, però il gelato era così duro che dovevo usare la sega elettrica per dividere a porzioni. Così,  questa volta mi sono concentrata sul processo di lavorazione. Il gelato già dal primo tentativo è uscito perfetto e posso dirvi che dedicando dell’attenzione e una piccola dose di pazienza l’effetto può essere sorprendente!  E’ importante di aerare la massa del gelato con miscelazioni frequenti ma brevi, prestando molta attenzione a non riscaldarla troppo perché può produrre i cristalli del giaccio che trasformano il nostro gelato in un blocco di cemento.
Il gelato ha un gusto veramente eccezionale, molto meglio del questo comprato al negozio o anche nella gelateria. È tanto cremoso, soffice e si riesce prendere facilmente con un cucchiaio. Ha un meraviglioso sapore del pistacchio invece di una polvere verde al nebbioso ricordo dei noci.
E allora chi ha voglia del gelato?

GELATO AL PISTACCHIO

 

Ingredienti:                      ( per circa 1 litro del gelato )
  • 1 bicchiere di pistacchi sbucciati  (recipiente da 250 ml)
  • 4 cucchiai di miele
  • 250 ml di latte intero
  • 750 ml di panna fresca
  • 1 70 -200 g di zucchero
  • 100 ml di alcool (vodka, rum)
  •  qualche goccia di aroma di mandorle (opzionale)
     
Procedimento:
I pistacchi li metto nella ciottola e verso dell’acqua bollente lasciando  a mollo per circa 5 -10 min, questo mi aiuta a togliere più facilmente  il guscio e la pellicina. Elimina anche il sale, completamente o quasi. I pistacchi vengono sbucciati dalla pelle marrone in modo che rimangono i noci verdi.  Il precorso è più tosto noioso, quindi se alcuni non si riescono a spelare non importa, possono rimanere con la pellicina.
Nel frullatore metto il miele, 200 ml di panna ed i pistacchi precedentemente puliti, (consiglio di tenerne un po’ da parte per poi tritarli grossolanamente da aggiungere al gelato verso la fine per dargli una piacevole croccantezza) trito il tutto finché diventa una pasta liscia e omogenia.  Nel un pentolino scaldo il resto della panna e latte insieme allo zucchero fino che si scioglie e rimuovo dal fuoco. Fate attenzione a non far bollire! In una ciotola capiente metto il composto di pistacchi e verso lentamente la miscela di latte, panna e zucchero, lavorando con una frusta elettrica in modo da ottenere un liquido liscio. Aggiungo l’alcool e qualche goccia di aroma alla mandorla. Lascio  raffreddare Appena prima di mettere nel congelatore mescolo ancora una volta molto bene (sempre con la frusta elettrica ), per avere una massa ariosa e soffice. La miscelazione la ripeto circa ad ogni ora. Vi ricordo di mescolare molto brevemente 1-2 min. e mettere subito nel congelatore. L’azione ripeto almeno 5-6 volte. All’inizio il gelato ha una consistenza liquida appena cremosa, ma dopo 3-4 ore comincia diventare sempre più denso. A quel punto aggiungo una macinata di pistacchi precedentemente tritati e li faccio incorporare. 
Incoraggio tutti a provare almeno una volta!
Joanna e  Gabriele

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *